Abilità quotidiane in stile Montessori

Sta arrivando l’estate, i primi caldi e noi mamme siamo più propense a proporre ai bambini attività che prevedano l’uso dell’acqua

Possiamo approfittare di queste giornate calde per proporre attività con l’acqua a scopo educativo!

I bambini ne saranno entusiasti!

 

Maria Montessori aveva intuito quanto fosse importante per i bambini esercitarsi nelle attività quotidiane e ha iniziato a proporre dei materiali per gli esercizi di vita pratica.

Nella pedagogia Montessori è il bambino che sceglie i materiali con i quali lavorare ed esercitarsi, utilizzandoli per il tempo che desidera, in una esperienza dove l’obiettivo è il lavoro stesso.

Un adulto troverà queste abilità molto semplici perché una volta acquisite, diventano quasi automatiche, il bambino invece sarà molto orgoglioso e ne guadagnerà la sua autostima, quando riuscirà in autonomia a svolgere questi compiti.

Impariamo a Lavare le mani in stile montessoriano

Nonostante sia una delle attività basilari, lavare e asciugare le mani, risulta una delle attività che molti bambini all’inizio della scuola non sono ancora in grado di svolgere in modo efficace.

Immaginate come si sentirà orgoglioso il vostro bambino quando sarà in grado di svolgere in maniera autonoma l’attività quando gli verrà chiesto di farlo.

All’inizio può essere difficile usare il lavandino, una soluzione può essere utilizzare una Learning Tower per raggiungere il lavello oppure utilizzare una bacinella d’acqua.

 

Cosa serve:

– una bacinella di plastica

– un vassoio

– una saponetta con relativo portasapone o un dosatore di sapone     liquido

– una brocca con acqua calda

– asciugamani

Mettere la bacinella sul vassoio con l’occorrente sulla sinistra (o destra se il bambino è mancino), riempire la bacinella per metà di acqua calda attraverso l’uso di una brocca

Mostrare al bambino come si svolge l’attività, inumidire le mani e strofinarvi il sapone lentamente, in modo da mostrare che le vostre mani sono coperte di sapone. Rimettere il sapone sul portasapone o, se si usa un dosatore mostrare al bambino che sono sufficienti una o due pressioni (trasmettendo anche l’attenzione per evitare gli sprechi).

Risciacquare le mani con l’acqua. Asciugare con l’asciugamano, mostrare l’azione sempre lentamente, in modo che il bambino possa osservare che asciugate tutte le dita della mano.

Svuotare la bacinella dall’acqua sporca e invitate il bambino a versare l’acqua per iniziare a lavarsi le mani.

Versare l’acqua richiede concentrazione e coordinazione
Annusare il profumo del sapone e osservarne la schiuma
Sfregare le mani necessita di coordinazione
Asciugare ogni parte richiede attenzione e cura

 

 

 

 

 

 

 

Ogni oggetto utilizzato richiede importanti conquiste motorie, cerca di prestare attenzione a svolgere ogni movimento lentamente, in modo che il tuo bambino possa cogliere ogni passaggio.

Se siete in possesso di una Learning Tower si può mostrare come lavarsi le mani direttamente al lavandino.

Mettere il tappo al lavandino e girare la manopola del rubinetto, far scendere acqua sufficiente a riempire il lavello, richiudere il rubinetto. Controllare la temperatura dell’acqua e procedere come sopra, quando il lavaggio delle mani sarà terminato togliere il tappo.

Mentre si lavano le mani spiegategli perché è necessario farlo e ricordateglielo dopo che sarà andato alla toilette, prima dei pasti o di preparare un pasto, finché non lo avrà interiorizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.